This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Aggiornamenti sul Coronavirus (COVID-19)

Date:

06/05/2020


Aggiornamenti sul Coronavirus (COVID-19)

 

 

Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2020

 

COVID-19 E AZERBAIGIAN

I NUMERI DA CONTATTARE IN CASO DI NECESSITA'

SITUAZIONE RELATIVA AI COLLEGAMENTI INTERNAZIONALI

CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA

ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

PREVENZIONE E SANITA'

 

COVID-19 E AZERBAIGIAN

 

Con decreto del 29 agosto, il Governo azerbaigiano ha prolungato il periodo di “lockdown” fino al 30 settembre alle ore 00.00 nei distretti di Baku, Sumgayit, Absheron. A partire dal 31 agosto alle ore 00.00 sono state annullate alcune misure restrittive introdotte per far fronte all'emergenza nei vari distretti: è stato soppresso l'obbligo di richiedere via SMS l'autorizzazione a lasciare il proprio domicilio; è stato anche annullato il sistema di ottenere l’autorizzazione a seguito della registrazione sul portale "icaze.e-gov.az”; dal 5 agosto sono stati riaperti le spiagge al pubblico. Inoltre, dal 10 agosto sono consentite l'attività degli esercizi commerciali non alimentari e l'organizzazione di competizioni sportive e giochi all’aperto; dal 18 agosto sono stati riaperti i caffè e i ristoranti con tavoli all'aperto con i seguenti orari: dalle 09.00 fino alle 22.00. Dal 31 agosto sono stati riaperti i musei e le sale espositive. Rimane chiusa la metropolitana di Baku, mentre nei fine settimana saranno indisponibili anche gli altri mezzi pubblici; si vietano assembramenti di più di 10 persone.

Rimangono chiusi centri commerciali, palestre e centri sportivi. Partendo dal 15 settembre le istituti scolastici e universitari si riaprono con l'opzione delle lezioni online. Si conferma il divieto ai trasporti interurbani o su lunghe distanze, con alcune eccezioni (veicoli che trasportano merci o effettuano servizi di pubblica utilità, spostamenti legati a visite o urgenze mediche, necessità di prendere un volo internazionale).

Inoltre, si può installare l'applicazione "E-Tabib" tramite l'App Store o Google Play Store per poter controllare la situazione dei contagiati di coronavirus a seconda della zona in cui ci si trova.

Dal 29 maggio è obbligatorio indossare le mascherine nei seguenti luoghi:

- mezzi di trasporto pubblico;

- centri commerciali, negozi e supermercati;

- uffici delle amministrazioni statali aperti al pubblico;

- luoghi di culto, sanitari, turistici e culturali;

- gli uffici all'aperto e luoghi di produzione.

L'Ambasciata raccomanda ai connazionali la più stretta osservanza delle norme sopra indicate.

 

I NUMERI DA CONTATTARE IN CASO DI NECESSITA'

Sono a disposizione dell'utenza anglofona i seguenti numeri verdi per segnalare eventuali emergenze:

· Sede Operativa presso il Consiglio dei Ministri: +994 12 492 4161; +994 12 7554; +994 12 505 0330

· Ministero degli Affari Esteri dell’Azerbaigian: +994 12 596 9449

· Agenzia statale per l'assicurazione medica obbligatoria: 1542

· Pronto Soccorso: 103 (solo in lingua azera e russa)

 

Il numero di reperibilità dell’Ambasciata è a disposizione in caso di emergenza: (+994 50 210 60 54). NO SMS.

 

SITUAZIONE RELATIVA AI COLLEGAMENTI INTERNAZIONALI

 

Sono chiuse al transito di persone, fino al 30 settembre 2020, le frontiere terrestri dell'Azerbaigian con Georgia, Iran e Russia, così come tutti i collegamenti ferroviari e marittimi internazionali.

A partire dal 4 aprile e fino almeno al 30 settembre 2020, sono sospesi anche tutti i collegamenti aerei internazionali. Tuttavia, a partire dal 1 agosto Azerbaijan Airlines ha annunciato il ripristino dei voli giornalieri sulla rotta Baku-Istanbul. A partire dal 4 agosto i voli per Istanbul sono aumentati a 11 volte alla settimana (saranno operati due voli al giorno: martedì, giovedì, sabato e domenica). Anche la compagnia Turkish Airlines ha ripristinato i voli diretti tra Baku e Istanbul due volte a settimana (mercoledì e venerdì).

I biglietti sono disponibili sui seguenti siti:

Azerbaijan Airlines - https://www.azal.az/en/

Turkish Airlines - https://www.turkishairlines.com/

· Dal 16 luglio fino alla fine di ottobre, Azerbaijan Airlines ha ripreso il collegamento sulla rotta Baku-Londra-Baku una volta a settimana (solo giovedì). Secondo le nuove regole del Regno Unito, i passeggeri dovranno compilare una domanda online entro 48 ore prima della partenza. La domanda è disponibile al seguente link: https://www.gov.uk/provide-journey-contact-details-before-travel-uk. Nel caso di mancata compilazione della domanda entro il tempo indicato, i passeggeri saranno multati 100 Euro da parte dei i funzionari dell’Ufficio Migrazione dell'aeroporto di Londra Heathrow.

· Dal 17 luglio fino alla fine di ottobre, Azerbaijan Airlines riprende il collegamento sulla rotta Baku-Berlino-Baku una volta a settimana (venerdì). I biglietti sono disponibili al seguente link: www.azal.az 

E’ obbligatorio effettuare un test tampone (della tipologia PCR) nell'arco delle 48 ore precedenti il volo, ottenendo il relativo certificato da presentare all'imbarco. Tale test può essere effettuato in alcune cliniche convenzionate con Azerbaijan Airlines, in particolare:

- Referans Clinic (via Mirzabali Mamedzade, 8; https://referansclc.com/index.php?lang=az);

- Inci Laboratoriyalari (Bulbul pr. 40, https://incilab.az/departments/merkez-filiali/);

- Memorial (Cara Qarayev pr. 38A; http://memorialklinik.az/elaqe/);

- Leyla Medical Centre (https://leylamc.az; Yusif Safarov str. 19);

- Bona Dea International Hospital (Mehdi Abbasov Street 2; https://www.bonadea.org);

- Center for Control of Particularly Dangerous Infections (Mammadali Sharifli str. 159);

- Caspian International Hospital (https://cih.az; Badamdar, 1th residential area 31);

- Ultralab (5th Micro Region, Asif Maharramov str. 156C).

Solitamente le cliniche richiedono, oltre a un documento di identità, copia del biglietto aereo, pertanto consigliamo di procedere all'acquisto per tempo, prima di effettuare il test.

 

MISURE PER CHI ARRIVA IN AZERBAIGIAN DALL'ITALIA

Prima di imbarcarsi su un volo diretto in Azerbaigian, è necessario acquisire un certificato che comprovi l'effettuazione di un tampone PCR, con esito negativo, nelle 48 precedenti il volo. Anche ai passeggeri muniti di tale certificato potrebbe essere indicato l'obbligo di mantenersi in isolamento domiciliare per i 14 giorni successivi all'arrivo sul territorio azerbaigiano.

 

 

CITTADINI ITALIANI IN RIENTRO DALL'ESTERO E CITTADINI STRANIERI IN ITALIA

Clicca qui per leggere: https://www.esteri.it/mae/it/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html 

 

ITALIAN NATIONALS RETURNING IN ITALY AND FOREIGNERS IN ITALY

Read in english here: https://www.esteri.it/mae/en/ministero/normativaonline/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti/focus-cittadini-italiani-in-rientro-dall-estero-e-cittadini-stranieri-in-italia.html

 

SCARICA QUI:

AUTODICHIARAZIONE IN CASO DI ENTRATA IN ITALIA DALL’ESTERO: MODELLO

 

MISURE RESTRITTIVE PER CHI RIENTRA IN ITALIA DALL'AZERBAIGIAN

Tutti coloro che rientrano in Italia dall'Azerbaigian, sono tenuti a consegnare al vettore l'autocertificazione debitamente compilata e firmata (SCARICA IL MODULO) al momento dell'imbarco (Nave, aereo); in capo al vettore permane l'obbligo di misurare la temperatura, di garantire adeguato distanziamento sociale a bordo e non fare imbarcare persone con febbre.

In materia di spostamenti da, verso e all’interno del territorio della Repubblica Italiana, si ricorda quanto previsto dal DPCM 11 giugno 2020.

Per chi proviene dall'Azerbaigian permane obbligo all’isolamento a casa, per i 14 giorni successivi al ritorno, anche se asintomatico rispetto al COVID-19 e il divieto di prendere mezzi pubblici per raggiungere il domicilio di autoisolamento. È, inoltre, obbligatorio comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria locale il proprio ingresso in Italia per avviare la sorveglianza sanitaria.

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI SULLA NORMATIVA IN VIGORE IN ITALIA

  

A seguito delle nuove indicazioni operative pervenute dalle competenti autorità italiane, i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno italiano scaduto tra il 31/01/2020 e il 31/07/2020 che intendano rientrare in Italia beneficeranno di una proroga al 31/08/2020 della validità di tale titolo di soggiorno.

Per quanto sopra, nel caso di collegamenti diretti (aerei, navali, ecc.) con l'Italia, i cittadini stranieri potranno accadere al territorio italiano senza dover richiedere un visto di reingresso.

Qualora, al contrario, l’itinerario per il rientro in Italia preveda uno o più scali in un altro Paese Schengen, l’interessato dovrà richiedere un visto di reingresso.

Se, infine, il collegamento con l’Italia prevede scali in Paesi extra-Schengen, il richiedente, per prevenire possibili inconvenienti con le autorità di frontiera, potrà munirsi di apposita nota consolare da richiedere via email alla Sezione Visti dell’Ambasciata d’Italia a Baku (baku.visti@esteri.it), allegando alla richiesta copia del passaporto e dei precedenti visti nonché una copia del permesso di soggiorno scaduto.

ORDINANZA del Ministro della Salute del 12.08.2020

ORDINANZA del Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

ORDINANZA del Ministro della Salute del 30.06.2020 con la proroga delle restrizioni da e per estero

  

***

 

ULTERIORI INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

Covid-19 Guide for Business in Azerbaijan (per gentile concessione dello studio legale Ekvita)

Focus Coronavirus su Viaggiare Sicuri

Presidenza del Consiglio dei Ministri : Coronavirus, le misure adottate dal Governo

Ministero della Salute Italiano : Coronavirus, la situazione in Italia

Protezione civile: Information in ENG

 

PREVENZIONE E SANITA'

DOMANDE E RISPOSTE SUL COVID-19 A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE

GRAFICHE ESPLICATIVE SUI COMPORTAMENTI PIU' FREQUENTI DA ADOTTARE (PREVENZIONE E CONTENIMENTO)

 

 


557