Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

GIORNATA ITALIANA DEL DESIGN A BAKU

Data:

01/03/2018


GIORNATA ITALIANA DEL DESIGN A BAKU

Si è svolto oggi a Baku, il secondo Italian Design Day,  la giornata internazionale del design italiano, un'iniziativa promossa dal
Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e da ICE Agenzia, in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, la Triennale di Milano, il Salone del Mobile di Milano, l'Associazione per il Disegno Industriale, la Fondazione Compasso d'Oro e la Fondazione Altagamma. Scopo dell’iniziativa e’ celebrare l'eccellenza del design italiano nel mondo, importante settore della cultura e dell'economia italiane.

Il programma messo a punto dall’Ambasciata d’Italia in Baku e dall’ICE Agenzia si e’ svolto in due momenti.

Nella mattinata ha avuto luogo una conferenza presso l’Università di Architettura e Costruzioni di Baku. Oggetto della conferenza e’
stato il rapporto tra design e sostenibilità, intesa in senso economico, sociale e ambientale. Il principale oratore e’ stato il famoso e noto designer Antonio Arico’, “Ambasciatore del design italiano" scelto dalla Farnesina per l’evento di Baku. Hanno preso inoltre
la parola il professor e architetto Livio Sacchi, membro del Consiglio Nazionale italiano degli Architetti (CNAAPC), il dottor Nazareno Mengoni, presidente di Federlegno Arredo giovani e l’architetto Antonio Pironi dello Studio Pironi. I lavori sono stati aperti dal rettore l’Università di Architettura e Costruzioni di Baku, professoressa Gulchohra H. Mammadova e dall’Ambasciatore d’Italia a Baku, Augusto Massari. La conferenza si è imperniata sulla crescente importanza del design e della progettazione nel contribuire a produzioni e costruzioni più rispettose della natura e dell’essere umano.

L’evento è proseguito nel pomeriggio con due tavole rotonde dal titolo “The beauty of Baku and its future: retail interior design in modern busy lifes” e “The beauty of Baku and its future: architectural integrated project in urban”, ospitate nell’avveniristico edificio del Baku Media Center. A lato delle discussioni si sono svolti circa 100 incontri B2B, volti a ad approfondire i rapporti tra aziende azerbaigiane e gli esponenti di una delegazione imprenditoriale italiana volata a Baku per l’occasione, composta da rappresentanti di Signoretto Lampadari, Pibamarmi, Polistudio, Monkey du, Studio Pironi, Federlegno, Kubedesign, 4dimension, Studio Ape, CNAPPC.

Gli eventi del Design Day sono stati arricchiti da due esposizioni. La prima, intitolata “A journey of 70 years: Italian design from the 50s to today”, ha raccolto prodotti di design iconici di alcuni tra i più importanti marchi italiani del settore, quali Smeg, Piaggio, Ferrari, Lamborghini, Ducati, Alfa Romeo, Giorgio Armani, Dolce&Gabbana, Prada, Fendi, Ermanno Scervino e Valentino. In parallelo, i progetti vincitori de il “Premio architetto italiano” sono stati presentati in una mostra fotografica mirata a dare visibilità agli architetti italiani che si ritiene rappresentino un’eccellenza tecnica e professionale e che abbiano saputo raccogliere le sfide dell’architettura contemporanea con un approccio etico e innovativo.

Gli argomenti affrontati durante l’Italian Design Day sono in perfetta sintonia con il progetto di candidatura di Baku per l’Expo
2025 - Developing Human Capital, di cui i tre temi fondanti – talento, vitalita’ e risultato – corrispondono ai tre Obiettivi di Sostenibilita’ delle Nazioni Unite. L’Italia e’ infatti particolarmente sensibile alla costante promozione delle bellezze e delle opportunita’ che l’Azerbaigian, e Baku in particolare, sono in grado di offrire. L’Italia e l’Azerbaigian vantano un rapporto di amicizia e collaborazione solido e articolato in numerosi settori. Nell’arredo il nostro Paese e’ il secondo fornitore dell’Azerbaigian, dopo la
Turchia, con una quota sul totale dell’import del settore pari al 26,3%; in aggiunta siamo i primi esportatori di cucine con una quota del 75%.

A livello globale, l'Italian Design Day 2018 si situa in ideale sintonia con il tema "Broken Nature – Design Takes on Human Survival", selezionato per la XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, che si terrà dal 1° marzo al 1° settembre 2019. Le
politiche sostenibili sono oggi, infatti, un tema centrale sia nell'azione dei governi, sia nelle scelte del settore privato, e l'Italia, leader mondiale nel settore del design con un fatturato di circa 32 miliardi di euro, presenterà idee, progetti e soluzioni di qualità promuovendo un dibattito internazionale che fungerà da viatico per l'Esposizione del 2019 e da punto di riferimento per l'Expo 2020 Dubai, dedicato a "Connecting minds, creating the future" e che ha tra i propri temi di approfondimento proprio quello della sostenibilità.


356